Articles

Surface Go with Linux Review: quasi il perfetto blocco note open source

Posted by admin

Probabilmente hai avuto il pieno di recensioni di Surface Go che sembrano dividere il mondo tecnologico in due. Hai anche molto probabilmente visto le risse tra il Surface Go e l’iPad Pro, in particolare quelli che ruotano intorno alla retorica dei PC reali. Allora perché non avere ancora un altro Superficie Go recensione? Questa volta, però, faremo un giro piuttosto diverso ed evidenziare un aspetto che fa davvero fare la superficie andare un “vero PC”: essere in grado di installare altri sistemi operativi come Linux. E a questo proposito, è quasi perfetto come un on-the-go Linux blocco note digitale.

Specifiche e design

Non ti annoierò con i dettagli che probabilmente hai letto prima. Il Surface Go non è affatto una macchina potente. Se si misurano le prestazioni pure, potrebbe benissimo essere superato dai Pro iPad dello scorso anno, soprattutto quando si tratta di durata della batteria. Ma solo per ricapitolare, la superficie più piccola di Microsoft funziona su uno” speciale ” Intel Pentium Gold 4415Y. Lo schermo da 10 pollici porta ancora l’esclusivo rapporto 3:2 di Microsoft, questa volta a 1800×1200 pixel. La batteria è valutata a 27Wh e si carica tramite il solito Surface Connect proprietario di Microsoft o, sorpresa sorpresa, una porta USB-C solitaria che esegue sia l’alimentazione, i dati e il video.

Un punto di contesa con la precedente Superficie di Andare a giudizi è stato il fatto che la maggior parte di loro rivedendo il modello più costoso con 8 GB di RAM e 128 GB di SSD, che è anche quello che ho comprato. Mentre che può quasi essere una necessità quando si tratta di Windows 10, soprattutto dopo la rottura di modalità S, può essere una considerazione minore se avete Linux in mente fin dall’inizio. Linux è più efficiente sia con RAM e storage, anche se il tipo 64 GB eMMC sul modello base potrebbe essere un collo di bottiglia. Se, tuttavia, si prevede di dual boot di Windows e Linux, almeno ottenere il terzo modello con 4 GB di RAM e 128 GB di storage SSD.

Il Surface Go è sicuramente uno sguardo per le sue dimensioni e porta lo stesso design dei suoi fratelli più grandi e più professionali. L’elegante telaio in magnesio lo rende pro anche per le sue dimensioni ridotte, mentre i bordi leggermente curvi e la costruzione leggera lo rendono comodo da tenere con una mano per periodi più lunghi. Non troppo a lungo, però, perché è ancora 1,1 libbre di metallo e plastica. Tutte le porte, che include un jack per cuffie, sono sul lato destro mentre il bordo opposto è lasciato sterile per fare spazio per attaccare magneticamente una penna di superficie. La parte superiore ha i pulsanti power e volume rocker lungo l’area dell’antenna in plastica mentre la parte inferiore ha i perni groove e POGO per la copertura di tipo Surface Go. Entrambi gli accessori sono venduti separatamente, ovviamente.

Vivere fianco a fianco

È abbastanza impressionante e confortante come Linux abbia fatto molta strada nel supportare anche i nuovi dispositivi che sono appena usciti dal mercato. Forse aiuta che molti dei componenti che Microsoft ha utilizzato in Surface Go sono stati utilizzati anche in altri professionisti di superficie, che sono già stati testati da utenti Linux audaci.

Come tale, fortunatamente non ci è voluto molto per far convivere Linux con Windows 10 sulla stessa macchina. Può o non può essere più facile aver semplicemente cancellato il sistema operativo di Microsoft, ma ho ancora avuto l’uso per questo. Sul lato di Windows, il passo più grande è stato quello di disabilitare la crittografia BitLocker sul C: drive (se è stato anche abilitato) e quindi ridurre la partizione di Windows per fare spazio per Linux più 8 GB o giù di lì di swap. Come accennato, Linux non è molto di un maiale di memoria e file di sistema non critici possono essere scaricati su una scheda microSD comunque. Le distribuzioni Linux hanno anche fatto molta strada per assicurarsi che i loro installatori lavorino con funzionalità moderne come UEFI e Secure Boot, quindi il processo è stato fortunatamente semplice e senza incidenti.

E ‘ quasi sorprendente, piacevolmente, naturalmente, quante cose hanno funzionato correttamente a destra, fuori dalla scatola. Wi-Fi bisogno di un po ‘ di persuasione, ma che per fortuna è già documentato. Bluetooth funzionava dal primo giorno. Display, touch, e anche la sensibilità alla pressione della penna di superficie e pulsanti lavorato senza intoppi. Anche il touch pad della cover Type è stato rilevato correttamente e supportato i gesti multi-dito. Anche la gestione dell’alimentazione era fuori ad un buon inizio. Accelerometro e sensori di prossimità vengono rilevati anche, anche se il loro uso dipende principalmente dalla vostra distro e ambiente desktop di scelta. In questo caso, ho usato il Neon KDE basato su Ubuntu. Per farla breve, salvo alcuni pezzi che arriveremo in seguito, l’esperienza di Surface Go Linux è quasi indolore, come se lo si stesse installando su qualsiasi altro laptop moderno.

Prestazioni e batteria

Installare Linux su Surface Go sarebbe stato un esercizio inutile se fosse diventato inutilizzabile. Poi di nuovo, questo pezzo probabilmente non sarebbe stato scritto in primo luogo se così fosse. Mentre è più difficile confrontare le prestazioni di Linux a causa della mancanza di strumenti popolari e delle combinazioni di distribuzioni e desktop, si può probabilmente fare una generalizzazione e valutarla come “Grande!”.

Il display è luminoso e nitido. E ‘ considerato uno schermo ad alta DPI, però, quindi potrebbe essere necessario regolare la risoluzione o lo zoom per i livelli di comfort. Touch è completamente utilizzabile e può anche essere divertente da usare, a condizione che si sta utilizzando il software che lo supportano. Gli utenti Linux potrebbero dover risolvere quelli, ma non c’è carenza di utilità e strumenti per quelli. A bordo, per esempio, rende per una grande tastiera virtuale configurabile mentre Touchegg su Ubuntu consente di avere alcuni gesti touch screen multi-dito pure.

Le prestazioni, ovviamente, variano a seconda del software utilizzato. Ancora una volta, Linux e i suoi programmi sono più gentili con CPU e memoria, ma ci saranno momenti in cui anche gli 8 GB di RAM potrebbero causare il soffocamento del sistema per un po’. Questo è particolarmente vero quando hai più schede aperte in Chrome o hai più livelli hi-res in Krita. La compilazione in background con più programmi spesso potrebbe anche comportare un notevole ritardo, ma nulla di ciò che ho gettato ha causato la battuta d’arresto della Superficie. Sì, si può anche giocare su di esso, compresi quelli che si trovano su Steam per Linux. La tua preoccupazione, tuttavia, sarà la GPU Intel mediocre e la limitazione a causa del calore.

La durata della batteria è un’altra di quelle metriche che è difficile da definire. Microsoft pubblicizza 9 ore, ma nessuno dei revisori raggiunto più di tanto. Si considerano fortunati se raggiungono 6 ore. Su Linux, 7 ore di media è normale e potrebbe anche essere sulla fascia bassa. Il Surface Go compensa la sua deludente longevità con la sua capacità di essere completato con una power bank. Detto questo, non qualsiasi banca di potere farebbe. Uno che ha alimentazione USB-C Consegnare e piatti fuori 30 a 40 watt è probabilmente il migliore. Un sottile 18W sarebbe il minimo indispensabile ma, a seconda di cosa stai facendo, potrebbe essere un lento rivolo o anche una scarica lenta.

Quasi perfetto

Non sorprende che non tutto funzioni, o almeno non ancora. Nessuna delle due fotocamere viene rilevata, per uno, e mentre questo ti evita di essere ridicolizzato scattare foto con una grande lastra, lascia fuori video chat e conferenze. L’audio è anche un po ‘ sul lato morbido anche se il microfono funziona almeno. Il problema più grande al momento, tuttavia, è che Surface Go si avvia direttamente in Windows, indipendentemente da come è stato installato correttamente Linux. È necessario avviare le opzioni di riavvio avanzate dopo l’avvio in Windows per farlo avviare in GRUB. O probabilmente non si riavvia affatto poiché la sospensione funziona bene.

Allora, perché passare attraverso tutto questo per installare Linux? Non è una questione di “perché puoi”, anche se ci sono sicuramente alcuni diritti di vanteria coinvolti. Il Surface Go è in realtà un pezzo impressionante di tecnologia ed è probabilmente il più leggero, più bello, e ben performante tablet Linux sarete in grado di mettere le mani su. Salva per un tablet che è stato fatto e progettato per eseguire Linux da quell’inizio, ovviamente.

Non c’è carenza di computer Linux di piccole dimensioni là fuori, dal PDA Gemini di Planet Computing alla tasca GPD “palm top” all’eccentrico One Mix Yoga abilitato allo stilo. Ma quando si tratta di un occhio e finger-friendly general purpose tablet Linux che si può fare quasi tutto su, entro limiti ragionevoli e limitazioni, il Surface Go sembra avere, piuttosto ironicamente,venire più vicino ad essere il Linux iPad Pro. Ora che è un vero e proprio computer.

Related Post

Leave A Comment