Articles

Steve Kerr dei Golden State Warriors rivela i grandi cambiamenti che hanno portato la squadra al successo

Posted by admin

La stagione 2016 dei Golden State Warriors è stata una stagione da ricordare. GSW è andato giù nei libri di storia come sono saliti a un record di 73-9 regular-season con un folle 89% percentuale di vittoria. Con questo, hanno battuto i Bulls del 1996 che avevano un record di 72-10 con Michael Jordan e Steve Kerr nella squadra.

Steve Kerr ha preso la posizione di capo allenatore in GSW organizzazione nel maggio 2014 come loro 25 ° capo allenatore. Proprio mentre si è unito, il destino di GSW rovesciato come hanno vinto il loro primo titolo NBA dopo una siccità titolo di 40 anni. In effetti, hanno trasformato il modo in cui hanno giocato a basket, stabilendo nuovi standard.

L’allenatore dei Golden State Warriors rompe la formula per vincere

In una recente intervista, l’intervistatore ha chiesto al capo allenatore Steve Kerr i cambiamenti che ha iniziato dopo essere entrato nella squadra. Un umile Steve Kerr ha ringraziato i suoi allenatori e quelli che hanno allenato i Warriors prima di lui, prima di rispondere: “Quello che abbiamo cercato di fare come staff tecnico quando siamo arrivati è stato entrare con un po’ di umiltà e non fingere di avere tutte le risposte.”

Sapeva di avere il potenziale all-stars nella squadra e tutto ciò di cui aveva bisogno era di impostare un percorso per il successo per loro.

Così l’ex giocatore dei Chicago Bulls ha fatto quello che si aspettavano da lui. Nelle sue stesse parole, ” La cosa più grande che abbiamo cercato di implementare era più ritmo perché avevamo questi grandi tiratori. Volevamo generare più tiri, più tentativi di field goal, quindi aumentando il ritmo, giocando più velocemente e condividendo la palla, sapevamo che dovevamo mettere la palla nelle mani dei nostri passanti, i ragazzi come Andre Iguodala, Draymond Green, Andrew Bogut che era probabilmente il miglior centro di passaggio nella NBA. Quindi abbiamo cambiato un po ‘ l’attacco, ma non abbiamo toccato la difesa.”

Hanno sfidato i loro giocatori a portare il loro gioco ad un altro livello, ed è esattamente quello che hanno fatto.

Stephen Curry era una forza extraterrestre!

È un dato di fatto che la squadra campione dei Golden State Warriors è stata sbalorditiva con la loro difesa. Avevano Mike Brown come capo allenatore associato che vanta un grande QI difensivo. Avevano l’esperienza di Draymond Green, che ha vinto il premio Defensive Player of the Year nel 2017. Andre Iguodala era un altro incredibile giocatore di difesa. Anche, la loro forza panchina profonda è stato un altro positivo per loro.

Ma una cosa che li distingue davvero è stato il loro tiro a tre punti. Stephen Curry da solo ha fatto un enorme 402 tre punti nella stagione regolare 2016. Ha battuto il suo record di 286 dalla stagione precedente. Ha ottenuto abbastanza supporto da Klay Thompson, che era quasi altrettanto buono.

È stato un peccato per loro aver perso le Finali NBA 2016 contro i Cavs di LeBron James in gara 7. Ma più tardi l’anno prossimo, il leggendario Kevin Durant si unì a loro e divennero una forza inarrestabile per i prossimi due anni. La stagione 2019-20 è stata di nuovo un tuffo per loro. Ma con Steve Kerr e Steph Curry al loro fianco, possono di nuovo saltare al #1.

Leggi: “Miglior giocatore disponibile”: Warriors Head Coach Steve Kerr sulle intenzioni della squadra in vista del Draft NBA 2020

Ricevi notifiche sulle ultime notizie e guarda i punti salienti in movimento; unisciti all’Arena sui cerchi NBA

Related Post

Leave A Comment