Articles

Stater Bros., Union Ink Nuovo contratto

Posted by admin

COLTON, California. – I sindacati la scorsa settimana hanno votato per accettare un nuovo contratto con Stater Bros. Markets qui-un accordo che il rivenditore ha detto eviterebbe il “disastro economico ed emotivo” di un’altra disputa contrattuale e che il lavoro lodato come leva nei negoziati con altri rivenditori alimentari della California del sud.

I contratti tra le principali catene di alimentari e gli United Food and Commercial Workers nel sud della California scadono il 5 marzo. Questi patti sono stati raggiunti dopo un amaro sciopero di 141 giorni nel 2003 e nel 2004.

Stater Bros. nel 2003 ha accettato di accettare qualunque termini siano stati infine negoziati da Kroger, Albertsons e Safeway, solo per vedere quei colloqui deteriorarsi in uno sciopero. Stater non è stato picchettato, e infatti sperimentato straordinari guadagni di vendita durante la controversia, ma, secondo Jack Brown, presidente e amministratore delegato, il rivenditore ha sofferto pure. Negoziare un nuovo accordo ben prima degli altri nega la possibilità di una simile interruzione del business, ha detto Brown.

“Lo sciopero è stato l’evento più divisivo e devastante per colpire l’industria in tutti i miei 55 anni nel settore. Più di 10.000 persone, alcune delle più esperte del settore, sono andate e hanno trovato altri lavori, dicendo:” Non voglio ripeterlo””, ha detto Brown a SN in un’intervista la scorsa settimana. “La nostra industria è stata ferita e abbiamo dovuto riqualificare i corpi per riempire quei punti.

“C’è un modo migliore per negoziare che sotto la minaccia di uno sciopero. Quindi è quello che abbiamo fatto.”

L’accordo-approvato da sei locali UFCW la scorsa settimana-fornisce “miglioramenti in quasi tutte le aree rispetto all’ultimo contratto”, un portavoce di UFCW Local 323, Buena Park, Calif., detto SN la scorsa settimana. Il principale tra i miglioramenti è l’eliminazione della struttura “a due livelli” che ha fornito nuove assunzioni con salari più bassi e meno benefici rispetto ai lavoratori i cui mandati hanno preceduto l’ultimo accordo, hanno detto i funzionari sindacali.

“Questo è enorme per i nuovi assunti, che non hanno più un soffitto di vetro sopra di loro, ed enorme per gli altri lavoratori che non hanno più obiettivi sulle loro spalle”, Greg Conger, presidente locale 323, ha detto a SN in un’intervista la scorsa settimana.

Stater Bros. ha anche accettato di aumentare il suo contributo ai piani di salute e benefici, ha detto Conger, anche se tale disposizione dipende da Ralphs, Vons e Albertsons che accettano gli stessi termini.

I sindacati hanno iniziato a negoziare separatamente con Ralphs, di proprietà di Kroger, Cincinnati; Vons, una divisione di Pleasanton, Calif.a base di Safeway; e Albertsons, ora di proprietà di Supervalu, Minneapolis, Conger ha detto.

“Crediamo che se una piccola catena regionale può apportare enormi cambiamenti positivi al contratto, non ci dovrebbe essere alcun dubbio che le tre catene nazionali possano permettersi di fare la stessa cosa, specialmente dopo aver pubblicato i loro maggiori profitti”, ha detto Conger.

Stater è stata l’unica azienda a rispondere all’invito dell’UFCW ai primi negoziati, secondo Brown.

“Ogni CEO deve decidere quali sono le sue responsabilità per i suoi collegi elettorali-i consumatori, i dipendenti e gli istituti di credito”, ha affermato. “Questa era la cosa giusta per la nostra azienda. Spero che gli altri possano farlo senza ferire finanziariamente o emotivamente.”

Related Post

Leave A Comment