Articles

Splinter germoglia un’auto sportiva in legno ad alte prestazioni

Posted by admin

Il legno era un tempo un materiale comunemente usato nelle auto, ma in questi giorni è più probabile trovare un’auto in legno in una scatola dei giocattoli che in un garage. Non così la “Splinter”, un’auto sportiva ad alte prestazioni che un team guidato da Joe Harmon ha trascorso cinque anni a creare. La macchina esotica è alimentata da un motore Chevrolet LS7 e oltre a questo e il treno di trasmissione, calibri, elementi di fissaggio, pneumatici e cerchi, l’auto è realizzata quasi interamente in compositi di legno.

Harmon ha iniziato il progetto come studente grad alla North Carolina State University e ha detto che la Scheggia era il risultato del suo amore per le automobili e del suo desiderio di usare il legno in modi che spingessero i suoi limiti percepiti.

“E’ stato un mio sogno progettare e costruire la mia auto da quando ero un bambino. Wood ha fornito un’ulteriore sfida che abbiamo pensato potesse spostare il progetto in una direzione interessante”, ha spiegato.

700 hp Chevrolet LS7 poteri Splinter

700 hp Chevrolet LS7 poteri Scheggia

Ciò che rende la Scheggia particolare, unica tra le altre auto in legno è che è stato progettato per guardare e sentire come una macchina con prestazioni, come dimostra la sua LS7 motore, che è stato scelto a causa del suo design leggero e compatto. Con un collettore di aspirazione a 8 corpi farfallati, una messa a terra dell’albero a camme appositamente per questo progetto e un sistema di scarico a flusso incrociato su misura, lancia una richiesta di 700 CV (522 kW).

Un cambio manuale a sei marce e freni a pinza a sei pistoncini davanti e pinze a due pistoncini nella parte posteriore completano la maggior parte delle parti critiche non in legno del veicolo.

Il telaio monoscocca è realizzato quasi interamente da una serie di laminati piegati e stampati, con ogni componente del telaio formato, montato e rifilato utilizzando uno stampo personalizzato e legato insieme per creare la struttura.

Il telaio monoscocca della scheggia

Il telaio monoscocca della scheggia

Lo sterzo è fornito da un 12:1 cremagliera e pignone set up composto da multi-pezzo tiranti. La sospensione anteriore è A-bracci in legno lamellare superiore e inferiore di lunghezza disuguale con molle air-bag regolabili in altezza e ammortizzatori regolabili.

I pneumatici Michelin Pilot Sport 2 poggiano su cerchi in alluminio forgiato in tre pezzi con centri in legno lamellare realizzati con impiallacciatura di rovere a taglio rotativo, coperti da uno sprazzo di sole in noce sulla faccia esterna e da uno sprazzo di sole in ciliegio all’interno. Ogni ruota è composta da oltre 275 pezzi singoli.

La curvatura composita dell’esterno è stata ottenuta intrecciando strisce di impiallacciatura in pelli di ciliegio e balsa a grana fine in un panno utilizzando due telai progettati dal team di costruzione appositamente per il progetto.

La Scheggia corpo è costituito da un tessuto ottenuto dalle bacche di pelli e di grano di fine balss

Splinter corpo è costituito da un tessuto ottenuto dalle bacche di pelli e di grano di fine balss

Un’ampia varietà di colle sono stati utilizzati per tenere tutti i pezzi di legno insieme, epossidica, uretano, urea formaldeide, e di acetato di polivinile.

Harmon ha detto che l’intera vettura pesa circa 3.000 libbre (1.360 kg) e poiché è fatta di legno afferma che vanta un rapporto resistenza-peso migliore rispetto all’acciaio e all’alluminio. Anche se non è stato costruito specificamente come una macchina ad alte prestazioni, ha sottolineato che la combinazione di peso, forma, ingranaggi e potenza della scheggia potrebbe significare che è in grado di raggiungere velocità fino a 240 mph (386 km/h). Tuttavia, è improbabile che l’auto venga messa alla prova in questo senso.

Quasi una mezza dozzina di sponsor diversi ha fornito strumenti e materiali per il progetto per lo più autofinanziato che è stato ispirato da un aereo della seconda guerra mondiale chiamato “de Havilland Mosquito.”Realizzato quasi interamente in legno, l’aereo era equipaggiato con due motori Rolls-Royce V12 ed era presumibilmente il più veloce aereo a pistoni della sua epoca.

Related Post

Leave A Comment