Articles

One Rhode Island Family

Posted by admin

Nel 1900 Sophia aveva vissuto un’infanzia insolita (Parte 1), una meravigliosa opportunità educativa (Parte 2) e un successo e una caduta di carriera (Parte 3). A questo punto ha sposato il mio gg-zio William Blackstone Bennett a Winthrop, Massachusetts.

Un articolo di giornale contemporaneo sul matrimonio è stato scritto da qualcuno che aveva incontrato lei e William, e probabilmente influenza la mia visione di loro più dei molti articoli di architettura che ho esaminato.

Il Boston Daily Advertiser del 3 maggio 1900 riferì da Winthrop che “entrambi sono molto stimati e rispettati”; lei “mostrò presto un talento per l’arte e il design architettonico.”Sono state menzionate diverse medaglie relative al lavoro di Sophia sull’edificio della donna. Lo scrittore ha negato una storia precedente apparente che lei aveva mai “guadagnato alcun reddito dal suo ago”, dicendo che anche se lei era “versatile così come di talento”, “ricamo di qualsiasi tipo non è tra le sue realizzazioni.”La coppia” ha studiato arte insieme e quindi ha trovato i loro primi interessi reciproci. Il matrimonio e ‘ stato celebrato a Providence dal giudice Douglas, cognato del signor Bennett. Era quindi un affare di famiglia. William è descritto come un ” ritrattista, e ha trascorso anni a Montevideo e Buenos Ayres.”Ultimamente lui” ha dato più del suo tempo alla decorazione d’interni e al design.”La figlia di William è tornata dal soggiorno con sua zia a Orange per” diventare un membro della nuova famiglia “ed è” ben soddisfatta della sua bella e giovane nuova mamma.”Chiude con una parola sulla “personalità attraente” della sposa, menzionando ” tutto il fascino di una ragazza americana modesta, ben educata, altamente colta e talentuosa combinata con il dower dei suoi antenati spagnoli nel modo di occhi e capelli gloriosi.”

Avevano solo 9 anni insieme

Annuncio dalla Directory Winthrop del 1904

Questo annuncio dalla Directory Winthrop del 1904 mostra che gli affari di William si erano trasferiti nel regno dell’arredamento degli interni. Avrei dovuto supporre che questo ha fornito un reddito migliore di pittura ritratto, tuttavia, ho anche il sospetto che non ha mai smesso di dipingere.

William morì di polmonite l ‘ 11 aprile 1909. La coppia non ha mai avuto figli propri. Sophia e la sua figliastra, Jennie May, hanno continuato a vivere nella casa che possedevano a Winthrop al 369 di Shirley Street. Nei registri del censimento, Sophia di solito si elencava come Designer-Novelty Co. Jennie May divenne un’infermiera ed è elencata in questo modo (come” Minnie”) nel”Winthrop Directory” del 1918. Una sua foto in uniforme era tra le foto della prima guerra mondiale di mio nonno.

Jennie Maggio Bennett, 1920

Jennie May è cresciuta

Jennie May era sposata dal 1920 e viveva a Gardner, Mass. con suo marito. Avevano un figlio che conosco, Billy. Un’ultima foto mostra una riunione di famiglia intorno al 1935 con Jennie May, suo figlio Billy, lo zio vedovo di zia Hattie Gene, i cugini di Jennie May Jim Baldwin e Edna Baldwin (il marito di Edna Miles sta indubbiamente scattando la foto), il padre di Edna Russell Darling che deve essere andato avanti per il viaggio, e infine i due indisciplinati sono mia madre e sua sorella gemella. L’uomo dietro Jennie May potrebbe essere suo marito; mia madre non è sicura. La foto è stata scattata a casa dello zio Gene a Cochituate, Massachusetts.

Sophia morì nel 1953

Sophia rimase a Winthrop fino alla sua morte nel febbraio 1953 all’età di 84 anni. So molto poco della sua vita dopo il 1920, ma se mai riconnetterò con i discendenti di Jennie May, li aiuterò ad aggiungere ulteriori dettagli agli archivi del MIT.

Sospetto, ma non lo so, che Sophia sia stata la cosa migliore che sia mai accaduta a quella ” Novelty Co.”e che la sua fama potrebbe essere svanita, ma il suo talento e il suo duro lavoro non lo hanno mai fatto.

Fonti

Gullet, Gayle. “Organized Women Advance Women’s Work at the World’s Columbian Exposition of 1893.”Illinois Historical Journal (Inverno 1994). Edizione PDF. Illinois State Historical Society.

“Hayden, Sophia Gregoria.”In Notable American Women: The Modern Period, a cura di Barbara Sicherman e Carol Hurd Green, 322-24. Cambridge, Messa.: Belknap Press della Harvard University Press, 1980.

“Lucky Sophia Hayden – Her Design Selected for the Woman’s Building at the Chicago Exposition,” New York Herald, 06 April 1891, p. 4, col. 2; digital images, GenealogyBank (http://www.genealogybank.com : accessed 10 Oct 2011).

Massachusetts. Contea di Suffolk. Boston. Censimento degli Stati Uniti del 1880. Enumerazione Distretto 766, p. 493, abitazione 128, famiglia 173, Sophia Hayden; immagini digitali. Ancestry.com. http://www.ancestry.com: 2010. Da Archivi Nazionali microfilm.

Massachusetts. Contea di Suffolk. Winthrop Township. Censimento degli Stati Uniti del 1900. Enumerazione Distretto 1578, foglio 3A, abitazione 49, famiglia 61, William Bennett; immagini digitali. Ancestry.com. http://www.ancestry.com: 2010. Da Archivi Nazionali microfilm.

Massachusetts. Contea di Suffolk. Winthrop Township. Censimento degli Stati Uniti del 1910. Distretto di enumerazione 1689, foglio 12B, abitazione 247, famiglia 271, Sophia G. Bennett; immagini digitali. Ancestry.com. http://www.ancestry.com: 2010. Da Archivi Nazionali microfilm.

Massachusetts. Contea di Suffolk. Winthrop. Distretto 3. Censimento degli Stati Uniti del 1920. Enumerazione Distretto 676, foglio 23A, abitazione 339, famiglia 583, Sophia Bennett; immagini digitali. Ancestry.com. http://www.ancestry.com : 2010. Da Archivi Nazionali microfilm.

Massachusetts. Contea di Suffolk. Winthrop. Censimento degli Stati Uniti del 1930. Enumerazione Distretto 13-573, foglio 30A, abitazione 408, famiglia 674, Sophia Bennett; immagini digitali. Ancestry.com. http://www.ancestry.com: 2010. Da Archivi Nazionali microfilm.

Millet, F. D. ” Il progettista della Fiera.”Harpers New Monthly Magazine, novembre 1892, 872-83.

“Miss Hayden’s Romance”, Boston Daily Advertiser, 03 maggio 1900, p. 8, col. 2; digital images, GenealogyBank (http://www.genealogybank.com: accessed 10 Oct 2011).

“Sophia G. Hayden.”In noi le donne: Carriera Primati del XIX secolo America, ” di Madeleine B. Stern, 67-76. New York: Schulte Publ. Co., 1963.

Weimann, Jeanne Madeline. “Le belle donne.”Chicago: Academy Chicago, 1981.

” L’edificio della donna.”In Rand McNally e Compagnia di una settimana alla fiera, 177-182. Chicago: Rand McNally, 1893. http://ia600200.us.archive.org/8/items/randmcnallycoswe00chic/randmcnallycoswe00chic.pdf

Leggi Post completo “

Related Post

Leave A Comment