Articles

Alternative TestFlight: Top 11 strumenti di Beta testing mobili per 2017

Posted by admin

Con l’inizio di un nuovo anno, speriamo che più team di sviluppo mobile distribuiscano build beta prima di rilasciarle al pubblico. Se stai leggendo questo articolo, è probabile che stai cercando i migliori strumenti e servizi di distribuzione beta. Questo articolo copre strumenti per iOS e Android, ma si concentra su iOS (e alternative TestFlight) in quanto è una piattaforma più esigente per il beta testing con più complessità.

Questo articolo confronta ogni strumento riguardante il supporto multipiattaforma, le integrazioni e le API offerte, la facilità d’uso, la popolarità, i tempi di installazione, i pro e i contro vari e, naturalmente, i prezzi. Discuto e confronto l’integrazione continua e l’adozione e le integrazioni dello sviluppo continuo, nonché il feedback degli utenti e l’usabilità. Mi occuperò anche la facilità d’uso e il tempo di installazione, analizzando i passaggi necessari per ottenere tutto impostato e funzionante. Inoltre, menzionerò tutti i clienti noti per ogni servizio, così come tutte le metriche disponibili pubblicamente quando si calcola il fattore di popolarità.

Trattare con UDID (identificatori di dispositivi univoci) è una delle cose con cui gli sviluppatori iOS lottano quando distribuiscono build beta. Questi fanno parte dei profili di provisioning necessari per rilasciare le versioni beta. Noterai che nella maggior parte degli strumenti presentati in questo articolo, gli sviluppatori iOS dovranno gestire manualmente i profili di provisioning e inviare una nuova build con il profilo di provisioning appena generato, ma alcuni strumenti possono automatizzare questa attività. Se non diversamente specificato, supponiamo che il servizio non gestisca i profili di provisioning per te, quindi dovrai gestirli manualmente.

Elenco di TestFlight alternative esaminate in questo articolo

Nome

Piattaforme

Prezzi

TestFairy

Android, iOS, Altri

10 Applicazioni Gratis

HockeyApp

Android, iOS, Altri

2 App Gratis

HockeyKit

Android, iOS

Gratis

Crashlytics (Tessuto)

Android, iOS

Gratis

Applivery

Android, iOS, Altri

2 App Gratis

buddybuild

Android, iOS, Altri

1 Simultanee di Costruire Gratuito

AppBlade

Android, iOS, Altri

25 Dispositivi di Connessione

DeployGate

Android, iOS

Gratuito Per Sviluppatori Indie

Installr

Android, iOS

3 Dispositivi di Connessione

Ubertesters

Android, iOS, Altri

2 Progetti Gratis

Top 11 Beta di iOS Strumenti di Test confrontando @testflightapp #hockeyapp @buddybuild @crashlytics @testfairy e più https://t.co/eQMYfaE7hp

— Rollout.io (@RolloutIO) gennaio 31, 2017

Popolarità: Se siete nel mondo di sviluppo di Apple, probabilmente avete sentito parlare di TestFlight. Ci sono molte opinioni a favore e contro l’uso di TestFlight da quando Apple lo ha acquisito all’inizio del 2014, ma durante i suoi primi 3 anni di esistenza prima della sua acquisizione, aveva già guadagnato molta popolarità e adozione.

Piattaforme: Dalla sua acquisizione, Apple ha smesso di supportare le distribuzioni Android e ora consente la distribuzione solo su dispositivi Apple-iOS, watchOS e tvOS.

API & Integrazioni: Fastlane, più specificamente è `pilota` lane, sarà il tuo migliore amico quando consegnerai la tua app ai beta tester di TestFlight. Con una singola riga di comando, sei in grado di ottenere la tua app dallo sviluppo alle mani dei beta tester.

Facilità d’uso: se non stai utilizzando uno strumento di automazione come Fastlane per automatizzare il tuo spazio di lavoro, è ancora piuttosto semplice ottenere la tua app in beta testing. L’intero processo viene eseguito tramite il portale iTunes Connect e puoi aggiungere tester interni o esterni. I tester interni sono “parte” del tuo team di sviluppo, quindi solo quelli che sono attualmente assegnati come sviluppatori o hanno ruoli di sviluppatori nel tuo team iTunes Connect (come gli amministratori). La distribuzione dell’app inviata ai tester interni è la più veloce poiché non richiede una revisione dell’app beta né è conforme alle linee guida di revisione dell’App Store, come la distribuzione inviata ai tester esterni.

D’altra parte, per invitare tester esterni, che sono chiunque non sia nel tuo team di sviluppo, hai solo bisogno del loro indirizzo email e sono pronti ad andare una volta accettato l’invito. Solo TestFlight ha questo concetto di tester interno ed esterno.

Il vantaggio di TestFlight è che non richiede allo sviluppatore di gestire manualmente i profili di provisioning per i nuovi dispositivi, in modo da migliorare notevolmente la sua facilità d’uso.

Tempo di installazione & Sforzo: il tempo di installazione è principalmente la creazione dell’app in iTunes Connect e l’invio dell’app tramite Xcode, che potrebbe richiedere fino a pochi minuti per ottenere l’approvazione dell’app tramite il sistema di revisione automatica dell’app di Apple. È necessario dichiarare esplicitamente alcune informazioni sulla build di test che si sta inviando, come una descrizione e ciò che deve essere testato, in modo che potrebbe richiedere un po ‘ più di tempo rispetto a se non richiedesse tali informazioni.

Misc Pro: Ogni tester deve scaricare l’app TestFlight ufficiale di Apple nell’App Store per poter scaricare e testare le distribuzioni di app. Un’altra grande caratteristica è che puoi assegnare note e dettagli all’app distribuita in modo che i tester possano vedere cosa deve essere testato.

Le informazioni di base sui crash e le sessioni sono memorizzate nei dati TestFlight in modo che gli sviluppatori possano tenere traccia di ciò che sta accadendo con ciascuna delle versioni in fase di test. Un feedback aggiuntivo può essere inviato agli sviluppatori via e-mail (all’interno dell’app TestFlight) insieme a un registro con le informazioni del dispositivo corrente.

Misc Cons: Ciò che infastidisce di più gli sviluppatori è la revisione dell’app beta che è necessaria per invitare tester esterni (la maggior parte delle volte i tester più importanti sono al di fuori del nostro team di sviluppo). Quindi, e il fatto che non supporti piattaforme non Apple, sono i motivi per cui molte persone si lamentano di TestFlight. Oltre a questo, è un ottimo strumento, era già uno dei più popolari (se non il più) sul mercato prima che Apple lo acquistasse, ed è diventato sicuramente ancora più popolare dopo la sua acquisizione.

Prezzi: la soluzione ufficiale di Apple per la distribuzione beta è completamente gratuita.

Altro: Un breve video tutorial è offerto da Apple qui. In alternativa, un tutorial completo è disponibile sul sito Ray Wenderlich.

TestFairy

**

**

TestFairy è una delle mie alternative TestFlight consigliate. Funziona per iOS e Android e decine di altre piattaforme, e fornisce più di una semplice distribuzione app. TestFairy fornisce video che mostrano cosa è successo esattamente sulla tua app prima che qualcosa andasse storto. Il servizio offre agli utenti la possibilità di scuotere il proprio dispositivo e inviare feedback allo sviluppatore. Questo feedback, può essere automaticamente essere spinto a Slack o JIRA, con un video che mostra che cosa esattamente è stato fatto con l’utente. Integrazioni & API: L’elenco delle integrazioni di TestFairy è davvero fantastico! Le integrazioni di tracciamento dei bug includono JIRA, GitHub, Trello, Bugzilla, Asana, Pivotal, YouTrack e Slack e HipChat. Integrazione continua: TestFairy ha un’API aperta per upload e plugin per strumenti CI popolari come Jenkins, Travis-CI, Circle-CI, Bitrise, Fastlane, Bamboo. Piattaforme: TestFairy è disponibile per native iOS, Android, Xamarin, React Native, Adobe Air, PhoneGap, Cordova, ionic, Appcelerator Titanium e Unity. Popolarità: TestFairy è molto popolare tra la folla aziendale. I clienti includono Samsung, Groupon, Adobe, Johnson & Johnson, HP, Century Link, Sears, McKinsey. Enterprise Hosting: Enterprise edition di TestFairy è disponibile in cloud privato o On Premise e ha un’opzione per l’etichettatura bianca. TestFairy per le startup è disponibile solo nel cloud pubblico. Single Sign On: TestFairy supporta SAML e LDAP ed è compatibile con Okta, OneLogin, Ping Identity, Google Apps, Oracle e le soluzioni SSO di IBM. Tempo di installazione & Sforzo e facilità d’uso: Non devi nemmeno aggiungere un SDK al tuo progetto se stai solo cercando la funzione di distribuzione dell’app, quindi è uno degli strumenti più semplici da configurare e iniziare a utilizzare. Come un plus, si ottiene anche in-app segnalazione di bug. Prezzi: TestFairy ha un livello base gratuito e offre pacchetti a pagamento per le aziende startup e enterprise.

HockeyApp

Popolarità e vari pro: Più completo di TestFlight, e sicuramente tra i più popolari servizi di distribuzione beta là fuori, soluzione di Microsoft per le distribuzioni beta offre anche il feedback degli utenti direttamente dalla app, intuizioni di come gli utenti utilizzano l’applicazione, sofisticate funzionalità di gestione del team, ed è adatto per le grandi aziende che sviluppano molte applicazioni diverse.

Piattaforme: supporta anche una gamma più ampia di piattaforme, da Android, iOS, macOS e Windows, a Cordova, React Native, Unity e Xamarin.

Facilità d’uso e tempo di installazione & Sforzo: La configurazione è praticamente la stessa del tessuto, che coprirò in seguito. Esistono numerosi modi per aggiungere l’SDK HockeyApp al progetto, inclusi CocoaPods, Carthage e manualmente. Caricare una nuova build può essere fatto tramite il cruscotto web o tramite HockeyApp per Mac, ed è davvero semplice.

Integrazioni & API: È dotato di una vasta gamma di integrazioni e bug tracker, e fornire tutorial pratici per quelli più popolari come JIRA, Slack, GitHub, Stato Board iPad app, Microsoft Visual Studio Team Services, e anche webhooks. Inoltre, HockeyApp supporta anche vari server di compilazione & strumenti: Fastlane, Jenkins, Travis CI e Visual Studio Team Services.

Prezzi: Tutto questo è disponibile in un livello gratuito per un massimo di 2 app, e gli altri piani possono essere trovati qui. Per coloro che cercano di utilizzare più di 2 applicazioni e non vorrebbe pagare di più per questo, HockeyKit open source potrebbe essere un’alternativa.

HockeyKit

Piattaforme: Da HockeyKit GitHub Wiki, HockeyKit è un framework per distribuire facilmente le applicazioni con la massima facilità d’uso per l’utente finale e grande flessibilità per gli sviluppatori, che attualmente supporta piattaforme iOS e Android.

Integrazioni & API: è un framework open source che ha preceduto HockeyApp. È un’alternativa per coloro che hanno i propri server e vorrebbero ospitare il proprio sistema di distribuzione beta, ma non è stato aggiornato per oltre 2 anni ed è fornito così com’è. Per ulteriore supporto e funzionalità, si consiglia di utilizzare HockeyApp, in quanto è il business che ha proceduto questo prodotto.

Facilità d’uso & Tempo di installazione & Sforzo: Poiché è un framework open source che deve essere completamente installato sul proprio server e viene fornito così com’è, non è affatto facile da usare, o almeno richiede un certo tempo per avere tutto impostato. Ha una buona documentazione, però, e dal momento che è una soluzione self-hosted, è possibile integrare praticamente tutto ciò di cui si ha bisogno o si desidera.

Popolarità & Prezzi: Non è così popolare come HockeyApp, ma poi di nuovo, è completamente gratuito, il che lo rende la soluzione migliore se la tua azienda non vuole fare affidamento su software 3rd party per fornire build beta.

Crashlytics Beta (Tessuto)

Ah… Infine, Tessuto. Di gran lunga la mia suite personale più preferita di strumenti per sviluppatori mobili. Di proprietà di Twitter, questa suite di strumenti include un totale di 14 SDK (e il conteggio!), in un unico SDK modulare, che consente agli sviluppatori di scegliere gli strumenti di cui hanno bisogno per ciascuno dei loro progetti e di integrarli facilmente in ciascuno di essi. Inoltre, Twitter incrocia le informazioni di Analisi delle risposte di Fabric con quelle di Twitter, in modo da ottenere informazioni sul pubblico assolutamente sorprendenti senza pagare alcun extra per questo-una caratteristica unica che solo Twitter è in grado di offrire ai suoi sviluppatori – e questo è uno dei motivi che rende Fabric il mio vincitore personale per il miglior strumento gratuito!

Tempo di installazione & Sforzo e facilità d’uso: Concentrandosi sulla Beta (che è il motivo per cui sei qui), il setup funziona proprio come HockeyApp, come ho già detto prima, quindi è piuttosto semplice, e tutto può essere fatto tramite il tuo gestore di dipendenze preferito.

Integrazioni & API: incoraggio fortemente l’utilizzo di Crashlytics insieme a Answers e Beta e, naturalmente, perché non integrare beta in Fastlane? Con la semplice pressione di un pulsante, le build saranno disponibili per tutti i beta tester, semplice come quello. E dal momento che Fastlane development è ora operativo sotto il quartier generale di Twitter, hanno fatto un serio sforzo per renderlo lo strumento di distribuzione beta più fluido sul mercato.

Puoi anche aggiungere Crashlytics al canale Slack della tua squadra. Non è proprio la stessa cosa dell’integrazione con la Beta, ma ogni volta che hai errori e crash importanti (anche nelle tue distribuzioni beta), li notificherai nel tuo Slack (o anche nella tua email, se sei vecchio stile).

Piattaforme: Beta supporta Android e iOS.

Misc Pro: Fabric fornisce anche un incredibile grafico simile al battito cardiaco in tempo reale in cui puoi vedere come sta andando la tua app di produzione o beta.

Popolarità: Se non sei ancora convinto, Fabric stava servendo oltre 1 miliardo di dispositivi attivi dopo soli 9 mesi dal suo lancio, ed entro la fine del 2016, Fabric stava servendo oltre 2 miliardi di dispositivi attivi (praticamente tutti i dispositivi sulla Terra), mentre l’atterraggio primi posti per app analytics, stabilità, e monetizzazione del 2016.

Prezzi: Infine, meglio di tutti: 100% gratuito.

Aggiornamento: Google ha acquistato Fabric a gennaio. È difficile dire cosa significhi in questo momento, ma le ultime acquisizioni di Google hanno avuto i risultati più variabili, come arresti e restrizioni del servizio. Non possiamo mai dirlo, ma non penso che il tessuto avrà un finale triste come quello. Tutto ciò che speriamo è che Google non ci deluda con i 2,5 miliardi di dispositivi mobili attivi di Fabric!

Applivery

Un’altra grande soluzione che si distingue è Applivery, principalmente per la sua personalizzabilità durante la distribuzione delle build, che lo rende un’ottima soluzione se per le distribuzioni aziendali (quelle che non sono destinate a essere distribuite negli app store pubblici).

Piattaforme: supporta app native e ibride su piattaforme Android e iOS, con qualsiasi linguaggio di programmazione supportato da tali piattaforme.

Integrazioni & API: Fornisce inoltre una delle soluzioni più integrate, offrendo integrazioni plug-and-play con Slack, JIRA e Google Analytics. Consente inoltre di caricare automaticamente le app, direttamente dal server di compilazione, in fase di preparazione per utilizzare Bitrise, Jenkins, Travis-CI o qualsiasi altra piattaforma di integrazione, distribuzione e distribuzione continua. Per finire, fornisce anche un plugin Fastlane che distribuirà tutto con il semplice tocco di un pulsante, proprio come i suoi concorrenti. E se vuoi un accesso ancora più diretto alle sue funzionalità e funzionalità, offre un’enorme API REST che copre tutto.

Tempo di installazione & Sforzo e facilità d’uso: se non sei abituato a Carthage, ti ritroverai a iniziare a scavare in esso, a meno che tu non voglia installarlo manualmente, dal momento che CocoaPods non è un’opzione con Applivery. L’invio di feedback o segnalazione di bug è facile come prendere uno screenshot quando si utilizza Applivery, quindi aggiunge grande usabilità.

Popolarità: Dal momento che è una startup fondata di recente in Spagna, non è così popolare come le soluzioni precedentemente menzionate, ma è sicuramente una forte concorrenza sul mercato, grazie alle sue soluzioni incentrate sull’impresa.

Prezzi: A causa della sua natura B2B, non è completamente gratuito per tutte le loro funzionalità, ma la versione gratuita include attualmente 2 app, 10 build/app, 5 siti di distribuzione, 2 team diversi e 500 installazioni. Per ulteriori informazioni sugli altri piani, vedere la loro tabella dei prezzi.

buddybuild

Se avete qualche budget da investire sul vostro progetto, il mio preferito è sicuramente buddybuild. Con un’eccezionale gamma di integrazioni, la gestione automatica dei profili di provisioning, l’enorme supporto per le piattaforme e un supporto completo e continuo per l’integrazione e la distribuzione, è logico che tutte le aziende di alto livello lo utilizzino.

Popolarità: Come dichiarato nel loro sito web: “Alcuni dei marchi più rispettati al mondo si fidano di buddybuild” e non cambierei una sola parola. Slack, Arc’teryx, Firefox, Meetup, NBC e Monzo sono alcuni dei nomi noti, il che lo rende piuttosto impressionante.

Integrazioni & API: Proprio come TestFairy, le integrazioni di buddybuild coprono praticamente tutto ciò che puoi immaginare, dalla fase di costruzione, alla distribuzione e al feedback degli utenti. Le integrazioni includono qualsiasi repository di codice sorgente basato su git, iTunes Connect e Google Play (per distribuire automaticamente le beta TestFlight o mettere la tua app in produzione negli app store) e la maggior parte degli strumenti di comunicazione e segnalazione di bug come Slack, HipChat, Trello, JIRA, GitHub, Pivotal e altro ancora.

Piattaforme: Android, iOS e sorprendentemente tvOS e watchOS fanno parte delle piattaforme supportate da buddybuild. Se stai sviluppando soluzioni ibride, supportano anche qualsiasi framework di sviluppo ibrido come Ionic, React Native, PhoneGap e altro ancora.

Tempo di installazione & Sforzo: Sentiti libero di usare qualsiasi gestore di dipendenze con cui ti senti a tuo agio, come CocoaPods, Carthage, npm o Maven, quindi tutte le dipendenze vengono rilevate e installate automaticamente. Non richiede alcuna configurazione di configurazione, script o file al momento dell’installazione, quindi tutto è il più fluido possibile quando si prepara tutto.

Facilità d’uso: Quando si tratta di facilità d’uso, sicuramente questa è una delle soluzioni più eccezionali sul mercato. Ancora una volta, con le loro parole: “buddybuild lega l’integrazione continua, la consegna continua e una soluzione di feedback iterativo in un’unica piattaforma senza soluzione di continuità” e funziona in modo assolutamente bello. Con ogni “git push” sul tuo server git, buddybuild attiverà una build della tua app, eseguirà qualsiasi test di unità o interfaccia utente (anche su dispositivi fisici, se necessario) e preparerà la tua app per essere distribuita su App Store o Google Play. E ricordate la gestione UDID menzionato all’inizio di questo articolo? Buddybuild gestisce tutto per te, quindi non devi preoccuparti.

Quando si tratta della fase di feedback, i tuoi beta tester possono segnalare bug e dare feedback semplicemente premendo il collegamento screenshot sul dispositivo e persino evidenziare un’area nello screenshot se lo desidera. Inoltre, con ogni segnalazione di bug o crash, è disponibile un replay istantaneo da analizzare, fornendo un’immagine su come riprodurre quel bug specifico.

Misc Pro: Ciò che è ancora più interessante di loro è che possono inviarti una rapida demo in modo da poter vedere quanto sia facile far funzionare tutto. Ti inviano una versione beta di un’app demo 2048 in modo da poter giocare con essa, scoprire bug o crash e segnalare feedback. L’unica cosa negativa è che personalmente ho trascorso 25 minuti a giocare a 2048 quando ho ricevuto per la prima volta l’app demo. _(() _ /

Prezzi: il loro livello gratuito offre 1 build simultanea, provisioning automatico di 5 nuovi dispositivi, 10 screenshot/mese e 5 replay istantanei/mese. Piani più alti possono essere trovati nella loro pagina dei prezzi.

Altre società degne di nota

Evidenziare: AppBlade è uno strumento di gestione dei dispositivi mobili, quindi è uno strumento di distribuzione beta con particolare attenzione alla sicurezza. Puoi installare, aggiornare e disinstallare in remoto le app nei tuoi dispositivi, proteggerle, aggiungere un livello di crittografia e cancellare le informazioni dai dispositivi, tutto in remoto tramite la sua dashboard.

Piattaforme: AppBlade è disponibile per iOS, macOS, Android, & BlackBerry.

Prezzi: Gratis per i primi 25 dispositivi, e a buon mercato come $1/dispositivo/mese dopo.

DeployGate e Installr

Evidenziare: entrambi questi servizi registrano i dispositivi di test che si connettono al portale degli sviluppatori Apple, in modo da gestire automaticamente l’UDID, gestire i profili di provisioning e aggiornare automaticamente l’IPA. Se la tua azienda utilizza costantemente nuovi dispositivi di test o tester, questa è sicuramente la funzione che stavi cercando.

Prezzi: DeployGate ha prezzi equi per gli sviluppatori indie (da 0 0 a $15/mese), ma prezzi piuttosto aggressivi per le imprese, ma spetta a ciascuna azienda decidere. Puoi trovare la loro tabella dei prezzi qui.

Installr d’altra parte ha un livello gratuito davvero limitato e addebita “per app”.

Ubertesters

Evidenziare: nel caso in cui desideri che la tua app sia testata ma non hai un team QA, Ubertesters offre esattamente ciò che sembra: una piattaforma con tester indipendenti distribuiti per testare la tua app. I tester sono divisi in 3 diverse categorie: test funzionali, test di usabilità e test di localizzazione, in modo da poter assumere i tester che testeranno meglio la tua app per le tue esigenze.

Oltre alla piattaforma crowd testing, offre anche uno strumento di gestione del QA in modo da poter monitorare e gestire tutti i processi e i propri team in tempo reale.

Prezzi: il servizio di crowd tester on-demand inizia a $25 / ora. Ubertesters offrono un livello gratuito di servizi, ma la loro tabella dei prezzi completa può essere trovata qui.

Confronto Grafico

================================================================================================================================================

Conclusione

Ciascuno degli 11 strumenti analizzati qui valeva la pena di menzionare dato che ognuno ha la sua nicchia di specialità, e mette in evidenza, così, a seconda dell’applicazione, si potrebbe desiderare di utilizzare diversi beta strumenti di distribuzione.

Consiglio vivamente di iniziare ad abituarsi a Fastlane e al suo incredibile toolkit. Si integra con la maggior parte dei servizi elencati in questo articolo, e che non è solo una coincidenza.

Se la tua app è limitata all’App Store (e non hai intenzione di sviluppare una versione Android in futuro), la mia scelta sarebbe TestFlight di Apple a causa della facilità di configurazione, della gestione del profilo di provisioning automatico e della stessa build che usi su di esso può andare in diretta su App Store con la semplice pressione di un pulsante.

Considerando tutti i pro ei contro, non sarebbe giusto scegliere una volta singolo vincitore a causa della differenza di prezzo.

Lascia che il 2017 sia l’anno di integrazione, delivery e deployment continui, migliori test delle app e flussi di lavoro più integrati. Andiamo insieme con il team QA – sono i nostri amici!

Related Post

Leave A Comment